MULATRIAL PRAGELATO “RUOTE IN QUOTA” …. 2006

MULATRIAL PRAGELATO

LA MULATRIAL PRAGELATO DELL’11 GIUGNO 2006.

Pragelato, un nome di un paese che è tutto un programma ….

Quella mattina di domenica ho probabilmente capito qual è il significato del suo nome dalla temperatura di circa 10 gradi, una condizione non proprio mite per una stagione estiva ….

Un vero “prato gelato” e chissà com’è d’inverno.

Sicuramente, d’inverno, è un paradiso innevato della Provincia di Torino, sito sulla sponda del Torrente Chisone, che ospita il trampolino olimpionico per il salto con gli sci, ma ha anche un percorso di fondo di circa 40 km ed una pista adibita al “Circuito Invernale auto su ghiaccio”.

Ma d’estate, dopo il disgelo, oltre alle escursioni nelle montagne di oltre 2000 metri il paese ospita anche un’area attrezzata per le moto da trial ricavata sulla pista invernale delle auto, il “Trial Park”.

Quest’area, omologata dalla Federazione Motociclistica Italiana, è dotata di massi, tronchi ed altri ostacoli di tutte le dimensioni per ogni capacità e tecnica.

MULATRIAL PRAGELATO

E non è tutto qui, il Motoclub Gentlemen’s di Pinerolo non si è fatto mancare nulla, dalla mente lungimirante del suo Presidente, Ferruccio Garis, e dei suoi collaboratori della sezione Tsapadrope di Pragelato, Giorgio Passet Gros e Bruno Bonnin, si sono poste le basi per far capire che trial, motoalpinismo e ambiente sono complementari e possono vivere in perfetta simbiosi con effetti positivi per tutti.

E questo lo ha intelligentemente compreso il Sindaco del Paese, Valter Marin, tanto che, oltre al trial Park, ha autorizzato anche circa 35 km di sentieri per escursioni motoalpinistiche nei monti della Val Chisone, sentieri che sono disseminati di “zone no stop” ove è possibile allenarsi liberamente al di fuori del tracciato.

Ma quali sono gli effetti positivi che ha visto il Sindaco?

Intanto ha visto che la regolamentazione dell’uso del territorio a favore del motoalpinismo consente di cogliere opportunità turistiche estive diverse, poi ha visto che i volontari del mc contribuiscono in modo estremamente significativo allo spegnimento degli incendi usando le moto per portare l’acqua in aree quasi inaccessibili sui tracciati che sono stati riaperti dalla loro passione.

Leggi tutto ….